A testa alta... sempre!

Alla trentasettesima giornata, con un turno di anticipo, la Juventus pareggia con la Roma all’Olimpico (0-0) e vince il suo settimo scudetto consecutivo, forse il più sudato (NdR: cosa che rappresenta un grande merito degli azzurri), e certamente aiutato da diversi "errori" arbitrali orientati a suo vantaggio.

Nelle interviste rilasciate dopo la vittoria di questa domenica a Marassi per 2-0, Sarri ha dichiarato che il Napoli ha perso lo scudetto in albergo a Firenze, riferendosi chiaramente al fatto che i giocatori siano rimasti condizionati da quanto visto in TV nell’incontro tra Inter e Juventus, di cui abbiamo parlato ampiamente anche noi nel precedente articolo La palla è uguale per tutti?. Il tecnico non è certo una persona che si nasconde, e anche questa dichiarazione è molto chiara.

Condividiamo il suo pensiero, e speriamo vivamente (anche se ad oggi i segnali sono contrastanti) che rimanga a lungo a Napoli, per la qualità del gioco e le emozioni che ci ha regalato. Tuttavia, qualche appunto ci sentiamo di muoverlo, senza sminuire la portata dei suoi risultati.

Proprio perché è sempre stato consapevole della potenza complessiva dei bianconeri, Sarri non avrebbe dovuto limitarsi ad alleggerire la pressione psicologica dei suoi uomini, ma nei momenti di difficoltà (come la sera in albergo a Firenze, o la vittoria della Juventus al novantatreesimo con la Lazio) doveva pungolare maggiormente i suoi uomini per superare le loro paure. A questo si aggiunga l’altro limite, quello “storico” del tecnico, ovvero la scarsa turnazione dei giocatori.

Se è vero che la squadra complessivamente ha tenuto da punto di vista del fondo atletico, è innegabile che un po’ di velocità nel finale di stagione sia venuta meno. Alcuni elementi avrebbero beneficiato di qualche turno di riposo, e forse (ma ovviamente non avremo mai la riprova...), se avessero rifiatato, magari avrebbero inciso in misura maggiore.

Detto questo, ribadiamo la nostra grande stima per il grande tecnico, sperando che continui il suo lavoro con il Napoli, lavoro che vede uscire tutti a testa alta!

2 commenti

#1
Luca B ha detto: « la conferma di Sarri sarebbe importante »

#2
Leo A ha detto: « Bell'articolo, sintetizza la perdita dello scudetto con colpe da parte dell'allenatore e a causa della corruzione degli arbitri per far vincere la Juventus. Però io aggiungerei anche il silenzio assoluto del presidente del Napoli che non ha mosso una parola in difese della squadra. Chissà perché ... »

Vuoi dire la Tua? Scrivici un commento!

Nome

Posta elettronica

Commento

Capcha
Inserisci il codice