Archivio Articoli febbraio 2021

A Napoli, la personale dell'artista Natali Ferrary

Sabato 13 Febbraio 2021, alle ore 17:00, presso il Centro Studi Pietro Golia di Napoli, sarà inaugurata Post Traumatic, mostra personale dedicata all’artista Natali Ferrary, a cura del sociologo e giornalista Ivan Guidone. Cinquanta saranno le opere esposte al pubblico, tutte intrise da provocatorie suggestioni glamour e pop che catturano l’attenzione dello spettatore in un seducente gioco di rimandi multistilistico che passa dal collage al dripping, dalla grafica digitale al materico. Molto attiva nella scena artistica sin dal lontano 2002, Natali Ferrary – artista di origine ucraine – vive e lavora da anni in Italia, tra le città di Napoli, Roma, Calabria e Sicilia.

Come afferma il curatore della mostra Ivan Guidone: «Il titolo della mostra è stato scelto appositamente dalla brava artista Ferrary in riferimento al lungo periodo pandemico che stiamo attraversando e che ci sta mettendo tutti alla prova, in special modo gli artisti che si sono visti negare ogni prospettiva lavorativa ed espositiva.»

«Questa mostra vuole dunque – continua il curatore – essere un invito al risveglio dall’intorpidimento causato da questo grande trauma che stiamo vivendo.»

La mostra Post Traumatic che si svolgerà al Centro Studi Pietro Golia – sito in Via Renovella 11 – si protrarrà fino al mese di Aprile 2021 e sarà visitabile solo su prenotazione, nel pieno rispetto delle norme anti-COVID. Per informazioni e prenotazioni, potete contattare l’indirizzo di posta elettronica: centrostudipietrogolia@gmail.com

Leggi tutto...

I WEEK-END DELLA COMUNICAZIONE: intervista al giornalista e massmediologo Michelangelo Iossa

I WEEK-END DELLA COMUNICAZIONE sono appuntamenti dedicati a chi vuole avvicinarsi al mondo dell’Ufficio Stampa, agli appassionati dell’universo dei media e delle press-agency in particolare: questi appuntamenti sono coordinati e tenuti dal docente, giornalista e press-agent Michelangelo Iossa, fondatore e responsabile dell’agenzia Michelangelo Comunicazione. A lui abbiamo fatto qualche domanda per saperne di più.

A fine febbraio si terrà la prima edizione del Corso per Ufficio Stampa, una full immersion di due giorni: con quale spirito e perché nasce questo corso?

In molte occasioni mi sono state rivolte domande dai miei studenti – e non solo da loro – sulle soluzioni pratiche per gestire la comunicazione di piccoli eventi o richieste pratiche in ambito professionale, visto che alcuni di loro muovono già i primi passi nel mondo del lavoro.
Il corso si rivolge a non più di 20 allievi, un numero più ristretto di persone – seppur virtualmente – per permettere uno scambio interattivo di pareri, soluzioni, suggestioni ma anche curiosità, oltre ovviamente a fornire strumenti-base per il mondo del lavoro.

L’errore è credere che si tratti di un corso dedicato unicamente a giornalisti o specialisti del settore della comunicazione. È un corso che fornisce gli strumenti per comunicare in maniera efficace ed efficiente e che consiglio a tutti, anche ai neofiti.

Lei è docente di “Teorie e Tecniche del Press Agent” e “Teorie e Tecniche di Branding e Communication Management” all’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, Ateneo con cui collabora dal 1999. Quali saranno le principali differenze tra questo corso e l’impianto didattico universitario?

Il rapporto che si stabilisce in un’aula universitaria è frutto di un numero più ampio di giorni e di ore ed è – soprattutto in una prima fase – principalmente teorico: nel corso della due-giorni del 26 e 27 Febbraio 2021, invece, verranno forniti sin dall’inizio esempi pratici, consigli più concreti per la gestione – seppure iniziale – di un approccio lavorativo nel mondo della comunicazione.
I corsi universitari devono rispettare aree tematiche differenti e nell’arco di un intero semestre. In questo caso, saranno al centro del corso le modalità e gli strumenti per “il comunicare”.

Se dovesse pensare ad una categoria professionale che necessità di “un corso” in comunicazione, quale sceglierebbe?

Senza dubbio i medici, sia in considerazione del delicato momento che viviamo, sia in senso assoluto. Credo sia fondamentale imparare il modo giusto di dire le cose, dare importanza ai gesti e agli sguardi, alla comunicazione non verbale, alle espressioni in accordo alle parole, a ciò che si dice, ai vocaboli che si adottano, anche considerando gli importanti messaggi che vengono veicolati dai medici. Tutto è comunicazione: è emersa in questi ultimi anni una falsa equazione secondo la quale comunicare significa esclusivamente scrivere un articolo o organizzare un evento. Sbagliato. Tutto è comunicare.

La prima edizione del Corso per Ufficio Stampa nata che inaugura “I Week-end della Comunicazione” si terrà il 26 Febbraio 2021 (dalle 15.00 alle 18.30) e il 27 febbraio 2021 (dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00) Per ulteriori informazioni: formazione-michelangelo@gmail.com

Leggi tutto...

Tutti pazzi per URCA! Continua il successo deI progetto discografico che coinvolge 12 cantautori dell’area napoletana

Enzo Iacchetti, Sergio Friscia, Francesco Paolantoni, Rosalia Porcaro, i Modena City Ramblers, Maurizio Capone e molti altri: il collettivo URCA! si è trasformato in un ‘cult’ discografico

Continua il successo deI disco pubblicato dalla Polosud Records, un progetto collettivo che vede protagonisti 12 cantautori dell’area napoletana

Enzo IacchettiMaurizio CaponeRosalia Porcaro, i Modena City RamblersCarmine MariglianoSergio FrisciaFranco Del GiudiceFrancesco Paolantoni sono solo alcuni degli artisti che hanno ascoltato (e consigliano di ascoltare) “URCA!”, il progetto collettivo nato dall’incontro tra 12 cantautori dell’area napoletana prodotto dalla Polosud Records di Napoli – guidata da Ninni Pascale.

Sulla pagina Facebook del progetto è possibile vedere (e sentire) i “consigli per l’ascolto” degli artisti che sostengono il collettivo composto da Andreasbanda (di Andrea Campese), Gabriella PascaleGiovanna PanzaGabriella RinaldiMassimo MolloPeppesmith (Ciro Mattei), Ugo GangheriAntonella MonettiAntonio Del GaudioMyriam LattanzioMarco Francini e Michele Contegno, scomparso nel 2011, che è presente con il brano “Al sud del sud dei santi”.

URCA! Cantautrici e Cantautori 
(Polosud Records)

  • Andreasbanda | Uno si sveglia
  • Gabriella Pascale | Vorrei
  • Michele Contegno | Al sud del sud dei santi
  • Giovanna Panza | Addore ‘e primmavera
  • Gabriella Rinaldi | Lupe
  • Massimo Mollo | Pezza rossa
  • Peppesmith | La città che grida
  • Ugo Gangheri | Adduormame
  • Antonella Monetti | La strada dentro te
  • Antonio Del Gaudio | Prima di morire
  • Myriam Lattanzio | Meglio ‘e ‘na canzone
  • Marco Francini | Proteggi la mia terra
Leggi tutto...