Calendari e Tarocchi

Calendari e Tarocchi

Pochi giorni fa sono stati stilati i Calendari della “Serie A” 2019-2020, e ogni anno si commenta quello che è venuto fuori dal sorteggio. Questo atteggiamento può sembrare insensato, perché in teoria non dovrebbe avere nessuna importanza l’ordine con cui si affrontano gli avversari, ma la realtà è diversa. Spesso sono capitate situazioni “spiacevoli”.

Abbiamo intitolato l’articolo “Calendari e Tarocchi”, non per ironizzare su queste antiche discipline (siamo scaramantici...), ma perché anche quest’anno si è verificata una strana coincidenza. Qualcuno avrebbe potuto scommettere, vincendo, che per il quarto anno di fila la sfida tra Roma e Juventus sarebbe capitata nelle ultime giornate.

Quest’anno è proprio l’ultima! La conseguenza è che è sempre uscito il risultato che favoriva la squadra ancora in lotta per qualcosa, con l’altra che aveva già raggiunto il suo obiettivo e non aveva più nulla da chiedere. Lo scorso anno, anche il giornalista Paolo Condò di Sky definì elegantemente “rispettoso” il Calendario della Juventus, che quasi mai aveva partite impegnative prima e dopo gli incontri di Champions, risparmiandole un bel po’ di stress, mentre la stessa cosa non avvenne per il Napoli

Tra le squadre penalizzate da questo avvio segnaliamo la Fiorentina, che nelle prime quattro giornate affronterà NapoliJuventus e Atalanta, ovvero le prime tre della scorsa stagione. La società viola è da poco stata acquistata dall’imprenditore italo-americano Rocco Commisso, che non vuole cedere alla Juve il suo miglior calciatore, Federico Chiesa, nonostante le continue richieste dei bianconeri e l’insofferenza dello stesso giocatore, che vorrebbe accasarsi lì. Inoltre, da quando Commisso ha dichiarato, come riportato dal Corriere dello Sport, che «la Juve ha strapotere in Italia e che non è buono per il calcio italiano che vincano sempre loro», sono iniziati attacchi mediatici nei suoi confronti da parte della Gazzetta dello Sport.

La rosea (NdR: il soprannome della Gazzetta derivante dal suo colore) in un articolo ha ironizzato sulle origini calabresi di Commisso e su quelle siciliane del suo assistente Joe Barone (vorremmo che i nostri amici siciliani e calabresi ci riflettessero sopra...), sulla durezza nella loro gestione delle trattative, (come se gli altri in affari fossero “agnellini”) e ha continuato con altri stereotipi di pessimo gusto. Dopo questo attacco mediatico, il sorteggio del calendario ha riservato questo trattamento ai toscani… ecco perché parliamo di “Calendari e Tarocchi”, ci rifiutiamo di credere che i calendari siano taroccati...

© napolibiz.it. Riproduzione Riservata

Vuoi dire la Tua? Scrivici un commento!

Nome

Posta elettronica

Commento

Capcha
Inserisci il codice