Napoli: verso il rush finale

Nel precedente articolo Napoli, sta primmavera a te me fa pensà! invitavamo la squadra a non perdere ulteriore terreno in campionato nonostante fosse a 13 punti dalla Juventus per diversi motivi. Anche se ora siamo a -15 e si perso il match di ritorno coi bianconeri, ribadiamo l’importanza di non mollare, anche perché l’accesso ai primi quattro posti non è ancora matematico.

Un finale di campionato giocato con intensità rappresenta il modo giusto per mettere al sicuro questo risultato, e “preparare al meglio” il cammino che potremmo fare in Europe League, che nei quarti ci vede impegnati contro l’Arsenal.

La competizione europea entra nel vivo, e il Napoli ha dimostrato di saper fare grandi partite in questo contesto, anche contro avversari di alto livello. In tutta la sua storia, gli azzurri hanno raggiunto i quarti in una qualsiasi competizione europea soltanto cinque volte (compresa la stagione attualmente in corso).

Questo dovrebbe far riflettere quella parte di tifoseria che accusa De Laurentiis di non aver ottenuto risultati importanti, dimenticando che, oltre le due Coppe Italia e le dieci partecipazioni consecutive tra Champions e Europe League, due di questi cinque piazzamenti europei ai quarti sono stati ottenuti proprio con ADL alla presidenza (nel 2015 in semifinale con Benitez e appunto quest’anno).

Considerata l’esperienza internazionale di Ancelotti, è ragionevole pensare che il Napoliaffronterà questo finale di stagione al meglio delle condizione e delle sue potenzialità. Se gli azzurri faranno un altro passo in avanti in Europa e arriveranno secondi, sarà stata una stagione più che positiva. I tifosi mettano da parte le polemiche, e viviamo questo rush finale con serenità.

Commenti bloccati