Non solo un Terzo Posto, ma una Stagione di Primati!

Si è appena conclusa una delle stagioni più belle nella storia del Napoli, anche se non è stata coronata dalla vittoria finale in nessuna competizione. E allora come è possibile parlare in termini entusiastici di questa annata? Perché nel Calcio, così come nella vita, al di là del raggiungimento dell'obiettivo finale, contano anche il modo e l'impegno con cui si combatte per conseguirlo.

Il Napoli ha espresso anche quest’anno un gioco di elevatissima qualità, che a nostro avviso potrebbe essere definito il migliore della Serie A. Grazie infatti al lavoro del suo indiscusso condottiero Maurizio Sarri, il Napoli ha sfoggiato anche in questa stagione un collettivo in grado di farsi apprezzare in Italia (NdR: e questo nonostante il cambio di casacca di Higuain), così come sul palcoscenico internazionale. Non molti giorni fa, infatti, ci sono state delle dichiarazioni molto lusinghiere da parte di Pep Guardiola che ha indicato il Napoli tra le squadre che in Europa giocano meglio.

L’impegno profuso dal Napoli in questa stagione è stato percepito correttamente dai suoi tifosi che hanno tributato il giusto plauso, nonostante sia arrivato al terzo posto, ad un solo punto di distanza da una Roma che ha tanto usufruito di rigori a suo favore. Ma nel complesso, la stagione rimane assolutamente positiva perché l'impeccabile gioco degli azzurri non ha solo fatto gioire i tifosi, ma ha stabilito anche una serie impressionante di record.

Tra i tanti (perché fatichiamo a ricordarli tutti), questo gruppo ha centrato il record di punti nella storia del Napoli, quello dei goal fatti in campionato e nell’intera stagione (record realizzati appena un anno fa proprio con Sarri e già migliorati), il minor numero di sconfitte complessive in campionato, e fuori casa il maggior numero di vittorie, il record di reti e di punti totali... il tutto condito da una autorevolezza del gioco che da noi non si era mai vista.

Riguardo alle Coppe, ricordiamo che in Champions League ed in Coppa Italia gli azzurri – giocando ottime partite – sono stati eliminati dal Real Madrid e dalla Juventus (NdR: con la quale ci sarebbe da recriminare per l'arbitraggio dell'andata), ovvero dalle due squadre che disputeranno la finale proprio della Champions, e questo dà la misura di quanto il Napoli attuale sia vicino ai club più forti.

Questa squadra, pertanto, ha meritato in pieno l’amore dei suoi tifosi; il terzo posto deve essere dunque considerato positivamente e ritenuto un “punto di partenza” per la prossima stagione che – con la consapevolezza acquisita quest’anno – potrebbe essere foriera di grandi soddisfazioni, a patto che tutti i calciatori più importanti continueranno a far parte di questo gruppo.

3 commenti

#1
Andrea I. ha detto: « Il prossimo anno, con qualche ritocco adeguato, potremo veramente lottare per lo scudetto ! »

#2
Ciruzzo Max Russo ha detto: « Quello che ci è mancato in questo campionato è stata la concretezza contro le cosiddette "piccole", se i nostri rimangono concentrati non ce ne sarà per nessuno! »

#3
Tony R. ha detto: « Sono d'accordo, però la fase difensiva deve migliorare »

Vuoi dire la Tua? Scrivici un commento!

Nome

Posta elettronica

Commento

Capcha
Inserisci il codice