Quel ragazzo... 30 anni dopo

Il 21 giugno scorso il grande Nino D’Angelo ha compiuto sessant'anni, e noi di NapoliBiZ ricordiamo volentieri questa ricorrenza non solo perché è un bravo cantante ed attore, ma un "volto pulito" che rappresenta degnamente la città di Napoli nel mondo. Con la sua arte e la sua innata semplicità d'animo, Nino è riuscito ad andare oltre la città del disagio e della disoccupazione, evolvendosi da semplice cantante "napoletano" a valido esponente della "world music", divenendo anche compositore di musiche per il Cinema, produttore discografico e teatrale.

Il suo amore per i colori del Napoli è ben noto e si palesa verso la seconda metà degli Anni Ottanta con la canzone che diventerà per lungo tempo un inno per tutti i tifosi, "Quel ragazzo della curva B", brano che accompagnava l'omonima pellicola cinematografica diretta da Romano Scandariato (regista scomparso recentemente e che diresse ben tre film con Nino).

Un amore così grande che, per certi versi, fa sì che la carriera professionale di Nino somigli in alcune fasi alle vicende sportive del Napoli degli ultimi trent’anni. Nino D’Angelo, infatti, dalla metà degli Anni Ottanta vede aumentare il suo successo in concomitanza dell’arrivo al Napoli di Diego Armando Maradona, che porterà a ben due scudetti in sette anni. Negli Anni Novanta, invece, inizia la parabola discendente della squadra, che ormai "orfana" di Diego e immersa nei debiti sprofonderà in una lunga agonia che culminerà nel fallimento del 2005, e nei primi anni del nuovo decennio anche Nino vive un momento personale difficile a causa della scomparsa dei genitori, un evento che lo porterà in una fase depressiva.

Da questo momento difficile, però, Nino esce più maturo e forte, con canzoni che oltre all’amore parlano anche di vita quotidiana e temi sociali, e dopo una fisiologica fase di transizione anche la sua musica si evolve, con sonorità che sfociano nella world music che lo fanno apprezzare anche dalla critica nazionale e non solo.

Il Napoli, invece, ci ha messo più tempo ad uscire dal tunnel, ma possiamo dire che oggi anche la società, riportata in vita da Aurelio De Laurentiis, ha una dimensione importante nel panorama calcistico italiano, e da otto anni ininterrotti disputa le competizioni europee facendosi apprezzare da critica e pubblico anche in questo ambito.

La carriera artistica e la fede calcistica di Nino D’Angelo sembrano dunque essere indissolubilmente legate alla nostra squadra! Eppure sembra proprio ieri che "quel ragazzo della curva B" cantava «Dint' all'uocchie 'e 'sti guaglioni, ca se scordano 'e problemi e se mettono a canta': Napoli, Napoli, Napoli...» Eppure il tempo passa inesorabile, mutando cose e situazioni, ma spesso lasciando anche inalterati i veri amori (NdR: Romeo e Giulietta docent), come quello di Nino per il Napoli: non a caso, infatti, tre giorni dopo il suo compleanno, "quel ragazzo della curva B" ha festeggiato le sue 60 primavere con un grande concerto tenutosi proprio allo Stadio San Paolo, casa del Napoli e dei suoi tifosi.

Anche se in ritado, noi di NapoliBiZ auguriamo buon compleanno al grande Nino D’Angelo: che la tua carriera continui ad avere i riconoscimenti ed i successi dovuti, e ringraziandoti per le emozioni che ci hai regalato!

Vuoi dire la Tua? Scrivici un commento!

Nome

Posta elettronica

Commento

Capcha
Inserisci il codice