Segnali di Ripresa, ovvero... Salutame a Mammeta!

La vittoria fuori casa di sabato scorso sul Torino per 3 a 1, seguita dal passaggio del turno in Coppa Italia contro l’Udinese al San Paolo, e dalla vittoria di questo sabato contro la Sampdoria per 3 a 2, denotano decisi segnali di ripresa della condizione generale del Napoli, oltre al ritorno in testa alla classifica!!!

Infatti negli ultimi otto giorni la Beneamata Inter si è fatta prima sconfiggere in casa proprio dai friulani e adesso dal Sassuolo, scivolando così al terzo posto, scavalcata anche dalla Juventus che con i successi sul Bologna prima (3 a 0) e sulla Roma adesso (1-0) si mantiene in scia degli azzurri.

Nei confronti dei milanesi ci limitiamo ad un leggera ironia, ricordandone uno dei soprannomi storici, la Beneamata per l’appunto, per non scendere al livello del quotidiano Libero diretto da Vittorio Feltri, che poche settimane addietro, dopo l’eliminazione dalla Champions dei nostri azzurri, titolò “Napoli, salutame a soreta”. Adesso noi, a mo' di risposta, quale “familiare” di questo grande giornale dovremmo salutare???

Tornando a parlare delle vicende calcistiche, noi di NapoliBiZ avevamo sottolineato nel precedente articolo dal titolo scherzoso Un momento difficile: San Sarri proteggici tu! che il campionato è ancora lungo, ed una partita non vinta non deve essere drammatizzata. Inoltre, il Napoli due turni addietro ha pareggiato con la Fiorentina che è in lotta per un posto in Europa League, mentre l’Inter in queste due partite non ha fatto neanche un punto contro avversari non certo irresistibili, e questo in prospettiva potrebbe essere decisivo.

Il Campionato prevede anche un turno il 30 dicembre, con gli uomini di Mister Sarri che chiuderanno il girone di andata a Crotone. Senza nulla togliere alle possibilità di Inter e Roma, a prescindere dai risultati dell’ultimo turno, la Juventus rimane l’antagonista più accreditata nella lotta per il tricolore. Lo è per valori tecnici, per la sua abitudine a lottare per grandi obiettivi, e anche per la bravura di un allenatore, Massimiliano Allegri, abile nel gestire una rosa con tanti calciatori importanti, e portatore di una duttilità tattica che gli consente di trarre il massimo da essa. Nelle ultime sette partite ufficiali, infatti, i bianconeri non hanno subito reti, a conferma della crescita della loro condizione e pericolosità.

In un campionato molto equilibrato come questo un mezzo passo falso, anche se non drammatizzabile, può comunque risultare decisivo, per cui speriamo che il Napoli non “stecchi” la trasferta in Calabria!!!

2 commenti

#1
Andrea I. ha detto: « Pur di mantenere i suoi lettori, Feltri passerebbe sopra chiunque, quindi poco gli importa di prendere in giro i Napoletani »

#2
I.G. ha detto: « Anche certi giornalisti (illustri e non) del Nord contribuiscono (consciamente ed inconsciamente) a quella macchina del fango contro Napoli avviata già nel periodo postunitario. Per forza di cose, una squadra di Calcio che rappresenta simbolicamente l'ex Capitale del Regno delle DueSicilie, non può essere assolutamente ben vista da chi sta dalla parte di chi ci ha invasi e depredati 150 anni fa. »

Vuoi dire la Tua? Scrivici un commento!

Nome

Posta elettronica

Commento

Capcha
Inserisci il codice