Archivio Articoli luglio 2021

Cantanapoli rende omaggio a Enrico Caruso: al via le celebrazioni per il centenario del grande tenore

A cent’anni dalla scomparsa di Enrico Caruso è giunto finalmente il tempo di fare pace con la città che gli dette i natali. E che non ne comprese immediatamente la grandezza. “Bentornato Don Enrico” è il primo appuntamento delle Celebrazioni per il centenario della scomparsa di Enrico Caruso organizzate dal Comitato nazionale presieduto da Franco Iacono e approvate dal ministero della Cultura.

Domenica 25 Luglio 2021, alle ore 21:00, il concerto creato e firmato da Federico Vacalebre presenterà negli spazi del Maschio Angioino una serie di voci e di emozioni che restituiranno una lettura moderna dell’immagine canora del grande tenore, portando in scena il repertorio della canzone napoletana da lui frequentato, per lui scritto.

La serata è inserita nella programmazione della rassegna “Estate a Napoli” del Comune di Napoli che ospita l’evento all’interno di Castel Nuovo; l’ingresso è libero, nei limiti delle disposizioni Covid. Per partecipare, basta scrivere a: prenotazioni@centenariocaruso.it.

Caruso ha riscritto con la sua voce e la sua leggenda la melodia partenopea e le celebrazioni partiranno proprio da questo aspetto. Il recital ha un compito ambizioso, ricomporre la frattura tra il “tenorissimo”, così come veniva chiamato, e Napoli.

Scrive Vacalebre nelle note di scena: «A parte i fischi, veri o presunti, al San Carlo, la sua carriera trovò altrove, a New York, l'apice ed è giusto far partire questa festa in suo onore partendo dagli inizi della sua storia e della sua arte, quando faceva il posteggiatore, quando la sua voce iniziava a misurarsi con le amate canzoni napoletane. Prima di qualsiasi romanza, c'era, anche per lui, Cantanapoli. E Cantanapoli sarà in questo carosello di capolavori immortali, compresa quella ‘Core 'ngrato’ che per lui fu scritta, in napoletano, a New York, da due emigrati, il calabrese Cordiferro e il partenopeo Cardillo, che la considerava ‘una porcheriola’.»

Il viaggio sonoro comincia con “Santa Lucia”, sigla-provocazione affidata all'unico tenore convocato, Bruno Venturini, e termina con “Core ‘ngrato”, interpretata da Enzo Gragnaniello “voce di dentro della Napoli di oggi, cantautore, posteggiatore abusivo, intellettuale di strada”; la serata-evento esibisce una serie di voci e personaggi: Claudia Megre' (“Tarantella sincera”), Irene Scarpato (“Tiempo antico”), Carlo Missaglia (“Mamma mia che vo' sape'”), M'Barka Ben Taleb (interprete di una versione in arabo di “'O sole mio”). E ancora, ad arricchire il cast Sara Tramma (“'A vucchella”, Filly Lupo (“Pecche'”), Mario Maglione ("Io m'arricordo 'e Napule") e Roberto Colella ("Caruso", in omaggio anche a Lucio Dalla).

Gli arrangiamenti sono stati curati da Marcello Gentile e Gianmarco Libeccio dei Suonno d’Ajere, mentre a Noemi Gherrero tocca il ruolo della narratrice che imbastisce il racconto del Caruso di Cantanapoli.

«Lo spettacolo è l'omaggio di una nuova generazione di cantanti e cantantesse, decisi a mettere le mani con rispetto su un repertorio in parte celeberrimo e in parte dimenticato. – continua Vacalebre – Ci saranno "Torna a Surriento" e "Tu ca nun chiagne", in scaletta, ma anche le nuove canzoni napoletane che Caruso lanciò e qualche volta scrisse persino, come "Tiempo antico". Ci sarà la prima canzone verace che incise, nel 1909, "Mamma mia che vo' sape'", con versi di Ferdinando Russo e musica di Emanuele Nutile, sino all'ultima, "I m'arricordo 'e Napule", registrata nel 1920. Così il primo uomo a vendere oltre un milione di dischi, l'ex posteggiatore diventato la Voce, portò nelle case di tutto il mondo la canzone napoletana, antica e (allora) moderna. Cantanapoli sentitamente ringrazia, anche con questo spettacolo: bentornato a casa, e speriamo per sempre, don Enrico

Leggi tutto...

Sta arrivando l'evento “Aspettando... il Mio San Marzano”

Lunedì 19 Luglio 2021 alle ore 18:30, presso Villa Maria Grazia in via Villa Venere a Sarno (SA), immersa in ben sette ettari di filari di pomodoro San Marzano con vista sul Golfo di Napoli e sul Vesuvio, si terrà l’evento “Aspettando... il Mio San Marzano”, organizzato da La Buona Tavola Magazine e promosso da Solania srl, azienda leader nel settore della coltivazione e trasformazione del pomodoro San Marzano con la collaborazione di Perrella srl, suo distributore in Campania e Molise. Convivialità, sapore autentico del pomodoro appena raccolto, pizze e piatti semplici della tradizione sono le parole chiave dell’evento che vuole essere una vera e propria celebrazione del “Re” delle tavole alla scoperta dei luoghi e dei metodi di coltivazione che verranno illustrati da agronomi ed esperti durante la visita ai campi di San Marzano.

Il percorso degustativo ruoterà attorno alle creazioni a base di San Marzano fresco del maestro pizzaiolo Francesco Martucci, patron della pizzeria I Masanielli di Caserta in qualità di brand ambassador di Solania, con assaggi delle sue pizze innovative, di Giuseppe Daddio Aniello Di Caprio della scuola Dolce&Salato, del pizzaiolo-chef Raffaele Medaglia, patron di Raffaele Medaglia - Ristorante Pizzeria & Braceria a Sant’Antimo (CE) e di Marco Iavazzo chef del ristorante Sunset di Torre del Greco (NA).

L’evento sarà occasione gradita agli operatori del settore per scegliere il proprio lotto di coltivazione, mentre ci si dà appuntamento per fine settembre per la scelta del lotto di produzione con l’evento Il Mio San Marzano.

Il Mio San Marzano è un progetto ambizioso, fortemente voluto dall’amministratore unico di Solania srl Giuseppe Napoletano, grazie al quale pizzaioli e ristoratori possono scegliere il lotto di coltivazione e di produzione e personalizzare l’etichetta della latta di pomodoro San Marzano con il proprio logo, con la propria immagine o con qualsiasi altro segno distintivo. Il progetto risponde alle esigenze della comunità di pizzaioli e ristoratori che vogliono identificarsi in un prodotto e avere garanzia circa il controllo dell'intera filiera dalla semina alla coltivazione, dalla trasformazione alla distribuzione.

Evento a numero chiuso riservato agli operatori dell’informazione e agli addetti ai lavori: chef, pizzaioli e ristoratori che potranno confermare la loro adesione alla mail eventi@labuonatavola.org oppure tramite messaggio whatsapp al 3929099750.

Leggi tutto...

A Napoli, presentazione ufficiale del disco ELLA AND FRANK

Lunedì 19 Luglio 2021, a Napoli, presentazione ufficiale del disco ELLA AND FRANK, firmato da Emilia Zamuner e Sergio Carlino. Sul palco dello storico BAGNO ELENA di Napoli si esibiranno la Zamuner e Carlino: al loro fianco il pianista Piero Frassi, il contrabbassista Massimo Moriconi e il batterista Massimo Del Pezzo.

Ella Fitzgerald è l’unica performer con cui ho lavorato che mi rendeva nervoso. Credo che lei sia la più grande cantante al mondo”: parola di “The Voice”, Frank Sinatra.

Nonostante l’ammirazione che Ella Fitzgerald e Frank Sinatra nutrivano reciprocamente, le due più incredibili voci del Novecento non hanno mai realizzato un disco insieme. I due jazz-singer italiani Emilia Zamuner e Sergio Carlino hanno provato a immaginare un ideale incontro discografico tra i due artisti nel loro album “Ella and Frank”, che verrà presentato ufficialmente dal vivo lunedì 19 luglio 2021 alle ore 21.00 sul palco dello storico BAGNO ELENA di Napoli, in via Posillipo (per prenotazioni e informazioni: 335.8088438).

Il disco, pubblicato dall’etichetta Useless Label, celebra due leggende: Ella Fitzgerald è la cantante che, più di ogni altra, ha spinto Frank Sinatra su territori improvvisativi da lui non sempre frequentati, come ha spesso ricordato lo stesso “The Voice” e come dimostrato dai loro duetti, inaugurati nel 1959 sugli schermi televisivi statunitensi.

Nelle tracce del disco di Zamuner e Carlino, che alterna duetti d’autore e brani per voce solista, trovano spazio la pirotecnica “Air Mail Special”, la sinuosa “The Lady is a Tramp”, le palpitanti “They can’t take that away from me” o “Puttin’ on the Ritz” e molto, moltissimo altro.

Affiancati (sia su disco che dal vivo) da tre dei più autorevoli musicisti della scena jazz italiana – il pianista Piero Frassi, il contrabbassista Massimo Moriconi e il batterista Massimo Del Pezzo – Zamuner e Carlino regalano agli ascoltatori due interpretazioni sorprendenti, uniche nel loro genere: la divertita “Suicide”, composta da Sir Paul McCartney per Frank Sinatra e mai incisa dal cantante italoamericano, e la romantica “Moonraker”, firmata dai grandi Hal David e John Barry per l’omonimo film della saga cinematografica di James Bond e originariamente destinata alla voce di Sinatra, prima di essere interpretata da Shirley Bassey.

Emilia Zamuner e Sergio Carlino dedicano “Ella and Frank” a due ‘monumenti sonori’ del XX secolo, due straordinari protagonisti della Musica della contemporaneità.

Leggi tutto...

Presentato il Manuale “La violenza di genere dalla A alla Z” al Senato della Repubblica

L'8 Luglio scorso, presso il Senato della Repubblica (Roma), nella sala Nassirya, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del manuale “La violenza di genere dalla A alla Z” a cura della dott.ssa Virginia Ciaravolo, manuale edito da Armando Editore.

Il manuale ripercorre attraverso le 21 lettere alfabetiche tutte le sfumature, ombre, informazioni riguardo il triste fenomeno della violenza di genere. Un lavoro corale nel quale sono stati impegnati 45 autori di ogni specialità, che offre strumenti psicologici, sociologici, giurisprudenziali e pratici per un proficuo lavoro di Rete, formazione e prevenzione. Al tavolo relatori: la Senatrice Valeria Valente, la Senatrice Valeria Fedeli, il Prefetto de Iesu, la Presidente del Tribunale di Napoli Elisabetta Garzo e la curatrice Virginia Ciaravolo. In sala presenti Autorità quali: il Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, Comandante militare della Capitale, il Tenente Colonnello Antonio Grilletto, il tenente Francesca Rea e la già Ministra Elisabetta Trenta.

Presenti altresì una parte del nutrito stuolo di autori, tra i quali: il giornalista Mauro Valentini, le psicoterapeute Liuva Capezzani e Valentina Tanini, gli avvocati Simona d’Aquilio e Giuseppe Bartilotti, la criminologa Antonella Cortese, la psicoterapeuta Katia Pacelli, lo psicoterapeuta Francesco Tortono, la vicepresidente dell’associazione "Mai più violenza infinita ONLUS" Rosa Praticò, la Presidente di "Salvamamme" M. Grazia Passeri, a cui andranno i proventi del libro, e Iris Mezzetti, la splendida mamma di Andrea.

La violenza di genere è un fenomeno strutturale e complesso – ha affermato nel suo intervento la Senatrice Fedeliche non può essere affrontato con approssimazione e richiede sinergia di competenze che vanno formate in ogni campo: dalla scuola, alle forze dell’ordine, agli avvocati, i giudici, gli assistenti sociali, il personale medico, il mondo dell’informazione.

Il libro curato da Virginia Ciaravolo “La violenza di genere dalla A alla Z” ha il merito di rappresentare questa impostazione e proporre contribuiti diversi e qualificati per una conoscenza ampia delle diverse forme di violenza sulle donne. Un testo utile, fruibile, agile da far conoscere anche e soprattutto tra le ragazze e i ragazzi che vanno accompagnati attraverso un percorso necessario di educazione al rispetto delle persone, delle differenze, dell’autonomia, la libertà e i sentimenti di ciascuna e ciascuno.  

Il manuale al momento può essere prenotato sul sito Armando Editore, in attesa di essere presente in tutte le librerie e online. Si ringrazia il sindaco del Comune di Rivalta dott. Roberto Andriollo, il sindaco di Aversa dott. Alfonso Golia ed il sindaco di Vitulano avv. Raffaele Scarinzi, esempio di comuni virtuosi nella lotta al contrasto della violenza di genere, per aver acquistato copie del manuale da mettere a disposizione per la propria cittadinanza.

Leggi tutto...

È uscito "Set Me Free" il secondo singolo del gruppo Master Main

È uscito il 2 Luglio 2021 "Set Me Free" il secondo singolo del gruppo Master Main formato da due producer italiani dall’identità ignota attivi tra l’Italia ed il Regno Unito. Il mixing del brano è firmato dal grande Yoad Nevo, già al fianco di Duran DuranPet Shop Boys, Moby e Bryan Adams. Il brano è interpretato dal brillante songwriter inglese Simon Walton.

SET ME FREE è il titolo del loro secondo singolo pubblicato sulle principali piattaforme digitali internazionali e che è tratto dal progetto discografico ENDEAVOUR. A pochi mesi dall’uscita del singolo d’esordio STARS, i due musicisti/produttori tornano con un nuovo brano e stavolta collaborano con due protagonisti della scena musicale internazionale: le fasi di missaggio del brano sono state, infatti, affidate al grande Yoad Nevo, uno dei migliori producer e mixer engineer del mondo, già al fianco di artisti come Bryan AdamsPet Shop BoysSugababes, Air, Sia, Moby e Duran Duran, tra gli altri.

«Per questo brano, ci siamo avvalsi anche della collaborazione di Simon Walton, un promettente e brillante songwriter inglese. – spiegano i due misteriosi musicisti/producer – La cosa che ci ha colpito di Simon non è soltanto la sua voce accattivante ma anche il suo modo di scrivere perfettamente in linea con l’idea che avevamo per ‘Set Me Free’. Abbiamo lavorato al brano a sei mani, cercando di evidenziare la forte creatività di Simon.»

Simon Walton è un cantante e songwriter britannico noto per via delle sue apparizioni su ITV News, Gaydar Radio e BBC Sussex Radio. Dopo aver pubblicato “Proud Music”, si è esibito tra Londra, Brighton e San Francisco per poi dar vita al suo nuovo EP su Spotify, intitolato “Today’s Man”. Walton, che ha anche collaborato con i rapper statunitensi Loco Ninja e Demetrius Blacc, ha ricordato la lavorazione della canzone dei Master Main: “Set Me Free è stato scritto a Londra, dopo che i Master Main mi diedero il soggetto del brano. Scrivo spesso canzoni in modo molto autobiografico e quindi è stata una grande opportunità ricevere un’idea/concetto e poi interpretare ciò che significava per me. Ogni volta che penso allo spazio, sento decisamente la crisi esistenziale di quanto siamo piccoli e insignificanti! In questa canzone uso il sole come metafora come luogo in cui fuggire quando il mondo si sente contro di noi o quando sentiamo di essere in un solco, vivendo ogni giorno allo stesso modo. Penso che abbia un significato ancora più rilevante dopo la pandemia. Abbiamo dovuto fermarci e pensare al nostro pianeta e a come lo trattiamo e andando avanti il modo in cui viviamo cambierà per il mondo intero. Stiamo tutti cercando qualcosa di più luminoso e anche questa è una bella metafora per il Sole.”

Il secondo singolo del duo dei Master Main è, come spiegano i due musicisti avvolti nel mistero, “nasce dall’esigenza di lasciarci alle spalle il mondo, così com’è stato ridisegnato agli inizi del 2020. La voglia di evadere, di sentirsi liberi dopo la forzatura dei lunghi mesi trascorsi in casa, ha fatto nascere in noi la voglia di correre verso il Sole. Nell’immaginario collettivo, il Sole rappresenta l’estate, momenti felici e la voglia di vivere una positività ritrovata”.

Leggi tutto...