Archivio Articoli aprile 2022

Salerno/New York: Slide Door, un Messaggio di Pace con i Canti dei Migranti in occasione dell'Immigration Day

Il Coro del Liceo Torquato Tasso di Salerno lancia un messaggio di pace universale nell’ambito del progetto Slide Door. Il Coro è stato protagonista di un’esibizione straordinaria in diretta multimediale, attraverso la Slide Door, tra Salerno e New York. I giovani artisti, diretti dal maestro Romeo Mario Pepe con  alla fisarmonica il maestro Ezio Testa, hanno intonato un vasto repertorio di canti di migranti o dedicati all’immigrazione: da “Porti un bacione a Firenze” ad “Amara terra mia”, da Gerico a “Santa Lucia lontana” riproposta in singolare abbinamento con Kumbaya.

Nel corso dell’esibizione introdotta dai saluti della Preside del Tasso Carmela Santangelo e Rossana Apaza tra le coordinatrici del progetto Slide Door,  sono stati proposti anche alcuni brani da “Le Troiane” di Euripide potente monito millenario contro gli orrori della guerra. Dall’altro capo dell’Oceano Atlantico presso il Museo del’Immigrazione di Ellis Island  il direttore Stephen Lean ed una platea di visitatori conquistati dall’armonia artistica e culturale del Coro coordinato dalle professoresse Ester Cafarelli ed Emilia Wanderlingh.

Slide Door è un’installazione multimediale presente nel Duomo di Salerno e nel Museo dell’Immigrazione di Ellis Island a New York. Mentre altrove si costruiscono muri e steccati, Salerno e New York mettono in comunicazione popoli e culture attraverso eventi, spettacoli, riflessioni condivise, mostre e prodotti audiovisivi.

Leggi tutto...

Presentazione a Firenze del libro “Agorà. Ombre e storia nelle piazze di Napoli”

Venerdì 29 Aprile 2022, alle ore 17:30, presso il Complesso delle Murate a Firenze, si svolgerà la presentazione del libro Agorà. Ombre e storia nelle piazze di Napoli, a cura di Francesco Divenuto, Clorinda Irace, Mario Rovinello, e pubblicato da La Valle del Tempo edizioni.

Ne discutono Vincenzo Bonelli, Claudio Di Benedetto, Raffaele Palumbo. Saranno presenti tra gli Autori: Riccardo de Sangro, Francesco Divenuto, Clorinda Irace, Mario Rovinello.

Scritti di: Barbara Abatino, Sergio Attanasio, Guido D’Agostino, Vega de Martini, Silvio de Majo, Riccardo de Sangro, Luciana Di Lernia, Patrizia Di Meglio, Francesco Divenuto, Donatella Gallone, Clorinda Irace, Marisa Lembo, Maria Rosaria Nappi, Gennaro Oliviero, Massimo Rippa, Salvatore Ronga, Mario Rovinello, Maria Sirago, Maurizio Vitiello.

Leggi tutto...

A Torre del Greco, esposta l'opera “La Nuova Crocifissione”

In occasioni delle festività della Santa Pasqua 2022, presso la Chiesa di Santa Maria del Carmine a Torre del Greco (Napoli), l'artista presepiale Antonio Sorrentino ha esposto una installazione cruciforme dal titolo LA NUOVA CROCIFISSIONE, dedicata ai tragici fatti bellici che stanno coinvolgendo l'Ucraina.

Come ci spiega lo stesso artista torrese: «È l'anno 33 D.C. e Gesù Cristo viene crocifisso per mano dell’uomo. Tre chiodi lo fissarono a quella croce che è diventata simbolo di salvezza per l’umanità. Oggi la mano dell’uomo usa altri metodi per crocifiggere il Figlio di Dio (ecco perché i chiodi sono rappresentati a terra, su delle fasce) usandoli contro fratelli della stessa terra.»

Ecco in dettaglio cosa significano i vari elementi che compongono l'opera di Sorrentino: la VALIGIA rappresenta chi scappa dalle cose a lui più care; la TRINCEA alzata per difenderci dagli altri; le CROCI PARACARRO, ecco le barriere con il prossimo che siamo solito mettere, non tendere una mano a chi ne ha bisogno, sono barriere; la PRIGIONE è anche la vita di una donna vittima di un uomo violento, così come lo sfruttamento del lavoro è prigione; il PALAZZO BOMBARDATO è simbolo di famiglia, quante famiglie oggi giorno si disuniscono; il FILO SPINATO è un altro mezzo di allontanamento dal prossimo, di difesa, di offesa, che tiene prigionieri; i BRACCI DELLA CROCE rappresentano il male che facciamo al prossimo; la BOMBA ATOMICA (in alto) rappresenta invece l’intelligenza di noi umani non usata per il bene comune ma per distruggere l’umanità. Tutto questo si riflette su un muro, eretto da noi, tra noi e Dio, formando l’ombra del Cristo in Croce.

«Oltre il muro – conclude l'artista Sorrentinoc’è un sole nuovo, c’è Dio, c’è la speranza e la bellezza di un mondo di pace, basta buttare giù quel muro e seguire quella colomba bianca.»

Ivan Guidone

Leggi tutto...